Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DIDA Dipartimento di Architettura

Firenze Architettura

La rivista FIRENZE ARCHITETTURA nasce nel 1997 e tratta problemi di Architettura e di Progetto, è edita dal Laboratorio di Comunicazione del Dipartimento, Autorizzazione Tribunale Firenze n.4725/25.09.1997, ISSN 1826-0772 online ISSN 2035-4444.

Ciascun numero è dedicato ad un argomento specifico proposto dal Comitato Scientifico e di Redazione composto da studiosi, ricercatori, docenti del Dipartimento.

Alla formula inizialmente adottata di tre sottotitolazioni - documenti, dossier, quaderni - si sono aggiunti negli anni successivi i numeri tematici con interventi anche di architetti e studiosi esterni al Dipartimento, gli atlanti dei corsi di progettazione architettonica e di disegno e come supplementi gli eventi, con lo scopo di guidare i lettori e di prefigurare gli ambiti, pur senza costringerli in confini rigidi.

2 2019
Firenze Architettura
La migrazione del tipo
Anno XXIII n° 2 2019
pagine: 160 
formato: 22x29,7 cm

Una nota di Franco Cardini sulle presenze artistiche musulmane a Firenze introduce questo numero di «Firenze Architettura» dedicato al carattere transculturale del tipo, al suo migrare nel tempo e nello spazio. Tra i progetti, la ricostruzione del Castello di Novara di Paolo Zermani è un saggio sulla «giusta memoria» oltre che un attento lavoro sul tipo e sul ‘corpo’ dell’edificio mentre le architetture messicane e burkinabé del TALLER | Mauricio Rocha + Gabriela Carrillo e di Francis Kéré confermano l’universalità e l’atemporalità della corte quale principio compositivo. La fondamentale lezione del moderno testimonia della mutazione di un tipo occidentale sotto l’influenza di atmosfere lontane, della possibile trasposizione di un archetipo (il Palazzo di Cnosso) tra i vicoli della Genova distrutta dai bombardamenti, ma anche della polisemia tipologica e figurativa dell’architettura di un luogo da sempre al confine tra Oriente e Occidente: la Turchia di Cansever e Sedad Eldem. La riflessione di Sergio Foti intorno agli influssi arabi su Dante, nel suo rivelare l’impossibilità di una risposta unica, di una categoria conclusiva ad una querelle che per lungo tempo ha appassionato e mosso gli specialisti, conferma l’insondabilità delle tracce di migrazioni e contaminazioni, sulle quali si sofferma in maniera più esaustiva la successiva sezione Archetipi. Vi ritroviamo la domus nelle variazioni e ibridazioni che hanno costituito un fertile ambito di sperimentazione, dal Rinascimento alla contemporaneità; le corti della (lontana?) Cina a ricordarci l’insufficienza di determinate categorie di lettura nel dare ragione di questioni fondative inattuali per loro stessa definizione; la casa bizantina approfondita in luoghi che, in virtù delle caratteristiche morfologiche e dell’isolamento geografico, hanno preservato alcuni elementi che non sono sfuggiti allo sguardo attento degli architetti moderni. Tra le Ricerche, il progetto domestico di Charles Correa è riletto sullo sfondo di permanenze e antichi saperi costruttivi della tradizione indiana mentre il ri-disegno della pianta gotica di San Giovanni Valdarno rivela l’intima logica della città come legata a due paradigmi del matematico pisano Leonardo Fibonacci: i numeri della Serie e il calcolo delle aree sui multipli dello staioro. Tra gli Eventi, una piccola installazione, esito di un seminario didattico sul Cimento delle cose, rende omaggio al genio di Leonardo da Vinci a cinquecento anni dalla sua morte, fissando quel movimento d’ala del Nibbio che offrì all’umano sogno di poter volare le prime concrete, perché scientifiche, possibilità.

 

ISSN: 1826-0772
ISSN: 2035-4444 online
ISBN: 9771826077002

issuu
  • 1-2019
    1-2019
    Il desiderio
  • 1-2018
    2-2018
    Arte e architettura en regard
  • 1-2018
    1-2018
    La costruzione dello spazio
  • 2-2017
    2-2017
    Genealogie
  • 1-2016
    1-2017
    Spostamento
  • 1-2016
    2-2016
    Più con meno
  • ; 1-2016
    1-2016
    Stare in tanti
  • 2-2015
    2-2015
    LC a Firenze
  • 1-2015
    1-2015
    Costruire con poco
  • 1&2-2014
    1&2-2014
    Luce e materia
  • 2-2013
    2-2013
    Territori di memorie
  • 1-2013
    1-2013
    Firenze Mendrisio
  • 2-2012
    2-2012
    La soglia
  • 1-2012
    1-2012
    Interiors
  • 2-2011
    2-2011
    L'indefinibile
  •  1-2011
    1-2011
    Mito mediterraneo
  • Eventi-2012
    Eventi-2010
    San Donato in Poggio
  • 2-2010
    2-2010
    Terra agra
  • 1-2010
    1-2010
    Atlante dei Corsi di
  • 2-2009
    2-2009
    La maschera
  • 1-2009
    1-2009
    La sezione
  • 2-2008
    2-2008
    Atlante
  • 1-2008
    1-2008
    La grande pianta
  • quaderni - 2007
    Quaderni-2007
    XXV dopo il dottorato
  • 2-2007
    2-2007
    Luoghi
  • 1-2007
    1-2007
    Atlante
  • Eventi-2006
    Eventi-2006
    Tesi in mostra
  • Eventi-2005
    Eventi-2005
    Tesi in mostra
  • 2-2004
    1/2-2005
    Costruire la natura
  • Eventi-2004
    Eventi-2004
    Tesi in mostra
  • 2-2004
    2-2004
    Atlante Insegnamenti
  • 1-2004
    1-2004
    Il viaggio
  • 3-2003
    3-2003
    Atlante dei corsi
  • 1/2-2003
    1/2-2003
    Il disegno come
    conoscenza dell'architettura
  • 1/2-2002
    1/2-2002
    Nuove topografie

  • 2-2001
    2-2001
    Il progetto nelle
    città d'arte
  • 1-2001
    1-2001
    Progetto città

  • 3-2003
    2-2000
    I luoghi dell'Architettura

  • 1-2000
    1-2000
    Architettura e contesto

  • 2-1999
    2-1999
    Architettura e città

  • 1-1999
    1-1999
    Architettura e ambiente
    Rielievo e documentazione
  • 2-1998
    2-1998
    Le figure del comporre

  • 1-1998
    1-1998
    Gli spazi della gioia
    e dell'ammirazione
  • 2-1997
    2-1997
    Laboratori di progettazione
    Architettonica II
  • 1-1997
    1-1997
    Laboratori di progettazione
    Architettonica I

 

 
ultimo aggiornamento: 11-Feb-2020
Unifi Home Page

Inizio pagina