Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DIDA Dipartimento di Architettura
Dottorato di Architettura e progetto

Dottorato di ricerca in Architettura, progetto, conoscenza e salvaguardia del patrimonio culturale (in via di attivazione dal XXXV ciclo)

Il dottorato di ricerca in Architettura, progetto, conoscenza e salvaguardia del patrimonio culturale ha come ambito di ricerca il progetto di architettura, la dimensione storica, il rilievo, il restauro, il consolidamento e la valorizzazione del Patrimonio architettonico e culturale. Ne fanno parte i curricula di: Progettazione architettonica e urbana; Rilievo e rappresentazione; Strutture e Restauro dell’architettura e del patrimonio culturale; Storia dell’architettura e della città.

 

Il Dottorato ha come obiettivo strategico primario la cura e la valorizzazione sostenibile dei patrimoni territoriali, dalle città e dagli insediamenti, ai singoli edifici ed ai sistemi culturali immateriali che ne arricchiscono e sostengono l’identità. Si propone di formare ricercatori e figure professionali di alta qualità, in grado sia di perseguire e trasmettere le conoscenze integrate dei campi disciplinari connessi alla finalità indicata, sia di collaborare, con attitudine propositiva ed esecutiva, con gli Enti e le Istituzioni, nazionali e sovranazionali, coinvolti. Finalità peculiare è la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale che, in tutte le sue forme e diversità, rappresenta una chiave di promozione dell’integrazione, dello sviluppo sostenibile e della coesione sociale. Detto patrimonio è esposto ad alto rischio antropico per la velocità con cui si perdono e si trasformano le conoscenze, le tecniche e i materiali, ma anche, purtroppo, ad un rischio ambientale elevato, a causa di terremoti, catastrofi e cambiamenti climatici in molti paesi e culture situati in aree particolarmente fragili ed esposte.

 

La formazione proposta chiede l’impegno di più settori disciplinari, in prevalenza riferiti all’area 08.

 

Le discipline di riferimento, di base e qualificanti per il dottorato, sono riassunte attraverso una sintesi delle declaratorie relative ai settori disciplinari coinvolti.

 

COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA

 

Il progetto architettonico, nella sua estensione dal dettaglio di interni ed esterni alla dimensione urbana, come processo e momento di sintesi visto nei suoi aspetti metodologici, concernenti le teorie della progettazione contemporanea; analitico-strumentali, per lo studio dei caratteri distributivi, tipologici, morfologici, linguistici dell'architettura e della città; compositivi, riguardanti la logica aggregativa e formale con cui l'organismo si definisce nei suoi elementi e parti e si relaziona col suo contesto; progettuali, per la soluzione di tematiche specifiche relative ad interventi ex novo o sul costruito.

 

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE

 

Il rilievo inteso come strumento di conoscenza della realtà architettonica, urbana e ambientale, le sue metodologie dirette e strumentali, fino alle più avanzate, e la rappresentazione geometrico descrittiva dell’architettura e dell’ambiente, nella sua più ampia accezione di mezzo conoscitivo delle leggi geometriche che governano la struttura formale, di strumento per l’analisi dei valori esistenti, di atto espressivo e di comunicazione visiva dell’idea progettuale tramite metodologie dirette e/o strumentali.

 

STRUTTURE

 

Le teorie e le tecniche rivolte sia alla concezione strutturale ed al dimensionamento di nuove costruzioni, sia alla verifica ed alla riabilitazione strutturale di quelle esistenti. In particolare lo studio delle azioni sulle costruzioni e dei comportamenti che ne conseguono in funzione delle tipologie e delle morfologie, dei materiali e delle tecnologie, dell'interazione col terreno e con l'ambiente, dei modi e delle strategie d'uso e di controllo; le valutazioni di vulnerabilità, affidabilità, comfort, sicurezza e durabilità; i metodi e gli strumenti per la progettazione strutturale e la realizzazione di strutture; la sperimentazione, il collaudo, il monitoraggio delle costruzioni. Includono indagini storiche sul costruire, nonché verifiche di sicurezza e soluzioni d'intervento strutturale applicabili all'edilizia storica ed ai monumenti

 

RESTAURO

 

I fondamenti teorici della conservazione e del restauro visti anche nel loro sviluppo storico; le ricerche per la comprensione critica della consistenza figurale e materiale dei monumenti nella loro complessa stratificazione temporale; l’analisi e l’individuazione dei fenomeni di degrado e delle relative cause, in vista delle conseguenti azioni di tutela; i metodi e i processi per il progetto e l’intervento conservativo a scala edilizia, di resto archeologico, parco o giardino storico, centro antico, territorio e beni paesaggistici, e per la manutenzione, il risanamento, il consolidamento e la ristrutturazione degli edifici storici.

 

STORIA

 

la storia delle attività progettuali e materiali che concorrono alla formazione e trasformazione dell’ambiente, in relazione al quadro politico, economico, sociale e culturale delle varie epoche e nel rapporto tra civiltà diverse. In particolare gli aspetti che riguardano la rappresentazione dello spazio architettonico, le tecniche, i materiali edilizi e l’organizzazione del cantiere; la storia del pensiero e delle teorie sull'architettura e la città; lo studio critico dell'opera architettonica, esaminata nel suo contesto con riferimento alle cause, ai programmi e all'uso, nelle sue modalità̀ linguistiche, tecniche, nella sua realtà̀ economica e materiale e nei suoi significati culturali.

 

L’integrazione disciplinare trova nel dottorato occasione privilegiata di sperimentazione attraverso modalità di ricerca che si avvalgono sia degli strumenti tradizionali sia delle tecnologie innovative. Il confronto e la stretta collaborazione con analoghe strutture a livello internazionale risponde alla natura transnazionale dell’obiettivo.

 

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

 

Il primo sbocco previsto è quello della ricerca, sia universitaria, sia organizzata o promossa da altri centri, fino all’accesso al percorso verso posizioni accademiche.

 

Le competenze avanzate alle quali è mirata la formazione consentono ai dottori di ricerca di operare in ambiti di grande interesse e dinamismo ed in condizioni tecnologiche evolute.

 

Gli sbocchi occupazionali previsti sono vari e relativi a competenze diverse, per lo più diretti a:

  • settori delle pubbliche amministrazioni e delle istituzioni e agenzie riconosciute che operano a livello locale, regionale, statale e sovranazionale nel governo del territorio, nella trasformazione urbana, nella cura e conservazione dei beni naturali e dei beni culturali, nella protezione dal rischio sismico e ambientale;
  • aziende attive:
    1) nei servizi di rilevamento, analisi e diagnosi di dati,
    2) nelle tecnologie edilizie per il restauro e le nuove costruzioni.
  • ai differenti ambiti della cooperazione internazionale.

Gli sbocchi professionali sono tutti quelli connessi alle competenze tradizionali dell’architetto (progettista, rilevatore, conservatore e restauratore), declinate ad alto livello sia tecnico che critico, in grado di sostenere il confronto negli agoni internazionali.

 

PHD PROGRAM IN ARCHITECTURE, DESIGN, KNOWLEDGE AND SAFEGUARDING THE CULTURAL HERITAGE

The PhD in Architecture, design, knowledge and safeguarding the cultural heritage covers the research areas of the architectural design, historical dimension, survey, restoration, consolidation and enhancement of the architectural and cultural heritage. It includes the following curricula: Architectural and urban design; Survey and representation; Structures and Restoration of architecture and of the cultural heritage; History of architecture and of the city.

A primary strategic objective of the research doctorate is the safekeeping and sustainable promotion of the territorial heritage, from cities and settlements to individual buildings and intangible cultural systems that enrich and support its identity. The aim is to train highly qualified researchers and professionals capable of both pursuing and passing on comprehensive knowledge of the disciplinary fields and of collaborating, with a proactive and executive attitude, with the national and supranational entities and institutions involved. It specifically covers the knowledge, safeguarding and enhancement of the cultural heritage which, in all its forms and different aspects, represents a key to promoting integration, sustainable development and social cohesion. This heritage is exposed to high anthropic risk due to the speed with which knowledge, techniques and materials are lost and transformed. It is also unfortunately exposed to high environmental risk due to earthquakes, catastrophes and climatic changes in many countries and cultures situated in particularly fragile and exposed areas.

The proposed training requires the commitment of several disciplinary sectors, mainly pertaining to area 08.

The basic, qualifying disciplines of reference for the research doctorate are outlined in a summary of the declaratory statements relating to the disciplinary sectors involved.

ARCHITECTURAL COMPOSITION

Architectural design, extending from interior and exterior details to the urban dimension, as a process and moment of synthesis seen in its methodological aspects, concerning contemporary design theories; analytical-instrumental, to study the distribution, typological, morphological, linguistic nature of architecture and of the city; compositional, regarding the aggregative and formal logic with which the organism is defined in its elements and parts and how it relates to the context; design-related, to solve specific issues relating to new projects and the built environment.

SURVEY AND REPRESENTATION

Survey understood as a tool for understanding the architectural, urban and environmental context, its direct and instrumental methodologies, up to the most advanced, and the descriptive geometric representation of architecture and the environment, in its broadest meaning as a cognitive means of the geometric laws that govern the formal structure, as a tool for analysing existing values, and as an expressive act and visual communication of the design idea through direct and/or instrumental methodologies.

STRUCTURE

Theories and techniques addressing both the structural conception and sizing of new buildings, and the structural checking and rehabilitation of existing ones. In particular, the study of actions on constructions and the resulting behaviours based on typologies and morphologies, materials and technologies, interaction with the land and with the environment, and methods and strategies of use and control; vulnerability, reliability, comfort, safety and durability assessments; methods and tools for structural design and the creation of structures; experimentation, testing, and the monitoring of constructions. They include historical investigations on the construction, as well as safety checks and structural intervention solutions applicable to historical buildings and monuments.

RESTORATION

The theoretical foundations for conservation and restoration also seen in terms of their historical development; research to provide a critical understanding of the figural and material consistency of the monuments in their complex temporal stratification; the analysis and identification of degradation phenomena and the relative causes, in view of the consequent protection actions; the methods and processes of designing and conservative intervention at building scale of architectural remains, historical parks and gardens, ancient centres, the territory and landscape heritage, and for the maintenance, renovation, consolidation and restructuring of historical buildings.

HISTORY

The history of the design activities and materials that contributed to the formation and transformation of the environment, in relation to the political, economic, social and cultural framework of the various eras and in relation to different civilisations. In particular, aspects that concern the representation of the architectural space, the techniques, building materials and organisation of the construction site; the history of the thinking and theories on architecture and the city; the critical study of the architectural work, examined in its context with reference to the causes, programmes and use, in its linguistic approaches, techniques, economic and material context and in its cultural meanings.

This disciplinary integration allows doctoral candidates to experiment with various types of research methods using both traditional tools and innovative technologies. Exchanges and close collaboration with similar international facilities satisfy the transnational nature of the objective.

Employment and professional opportunities

The first opportunity is research, either at a university, or organized or promoted by other centres, up to admission to the course through academic positions.

The advanced expertise the training seeks to develop allows graduates to operate in very interesting and highly dynamic fields, and in state-of-the-art technological conditions.

The various employment opportunities relate to different expertise, for the most part aimed at:

  • sectors of the public administration and recognised institutions and agencies operating at local, regional, state and supranational level in the management of the territory, urban transformation, the oversight and conservation of natural resources and the cultural heritage, and in protecting against the seismic and environmental risk;
  • companies operating in:
    1) data detection, analysis and diagnosis services,
    2) building technologies for restoration and new constructions.
  • the different areas of international cooperation.

The professional opportunities are all linked to the traditional skills of the architect (designer, surveyor, conservator and restorer), at both high technical and critical level, capable of sustaining debate in international spheres.

Coordinatore


Prof. Francesco Collotti

Tel. 055 2755426

 

Curricula

Progettazione architettonica e urbana

Storia dell'architettura e della città

Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura e dell’Ambiente

Strutture e restauro dell'architettura e del patrimonio culturale

 

 

BANDO Dottorato XXXV Ciclo
PhD Programmes  XXXV Cycle

 

 

 
ultimo aggiornamento: 04-Giu-2019
Unifi Home Dottorato

Inizio pagina