Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DIDA Dipartimento di Architettura

Master

I Master offerti dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze sono corsi post laurea formulati con l'obiettivo di sviluppare nuove competenze in termini di conoscenza, abilità ed atteggiamenti.
Ideati per coniugare una parte di saperi teorici, con una prevalente attività applicativa, vogliono rispondere a precisi bisogni di formazione espressi dal mercato del lavoro.
Sono pensati per studenti ma anche per professionisti che sentano la necessità di riqualificarsi.
L’accesso è previsto in base al tipo di master sia con laurea triennale sia con quella specialistica o del vecchio ordinamento.

Informazioni Tirocinio curriculare previsto dall'attività del Master.

Master I° Livello

master interior

Interior Design

Il master di primo livello in Interior Design si propone di formare figure professionali, in grado di interpretare in maniera critica e creativa il rapporto tra oggetti, ambienti e persone unendo conoscenze di tipo progettuale – nel settore dell’arredo, dell’allestimento e del retail anche alla luce dell’applicazione delle nuove tecnologia (multimedia) - ad una formazione di base (scienze sociali, storia dell’interior, materiali e tecnologie) necessaria a svolgere in maniera consapevole la professione. In tal senso il corso è complementare sia alla formazione di primo livello in architettura (alla quale aggiunge le competenze relative alla scala dell’oggetto) sia alla formazione del designer (che si completa con l’approfondimento sul sistema degli spazi) e quindi rivolto ai laureati di primo livello nelle due discipline. La formazione si completa con attività pratiche quali workshop e tirocini in imprese e studi e atelier professionali nel settore interni.

Coordinatore Prof. Enzo Legnante

 

Progettare con il patrimonio territoriale

Il master si prefigge lo scopo di formare la figura del responsabile di atti del Governo del territorio per la pianificazione territoriale ed urbanistica, progettazione urbana, architettonica, pianificazione di settore, gestione risorse ambientali, dei beni culturali, oltre che la figura del Docente Senior e di alta Specializzazione..

Coordinatore Prof. Carlo Saragosa

Master II° Livello

 abita

ABITA  -  Trasformare l'esistente, costruire il futuro

A Firenze viene istituita la XV edizione del Master ABITA come risposta all'elevato interesse espresso dalle politiche Nazionali, Europee ed Internazionali sul contenimento dei consumi energetici sia sull’esistente che sulle nuove costruzioni. Il Master ha l’obiettivo di formare figure professionali in grado di coordinare attività energetico-ambientali, con specifiche competenze nel campo delle strategie innovative delle tecnologie costruttive ad alta efficienza energetica per la riqualificazione energetico-ambientali (esperto in energia EGE) con specifiche competenze nel campo delle strategie innovative delle tecnologie costruttive ad alta efficienza energetica per la riqualificazione energetico-ambientale di edifici esistenti, specialisti nei BIM (Building Information Modeling) per una progettazione consapevole di edifici a energia zero, con particolare attenzione anche ai temi delle smart cities. Il Master vuole sviluppare la capacità di porsi in relazione alla complessità dei problemi energetico-ambientali in modo globale e dinamico, attraverso un approccio concreto che integra conoscenze e linguaggi diversi. Oltre ad una preparazione completa ed integrata in campo energetico-ambientale, il Master offre iniziative di formazione sulle modalità di accesso al mondo del lavoro e sulle tecniche di autopromozione. Il corso si svolge sia in modalità in presenza che a distanza.

Coordinatore Prof. Marco Sala

web 

 

BIM per la gestione di processi progettuali collaborativi in edifici nuovi ed esistenti

Il Master si propone di formare figure professionali nell'ambito dell'AEC (Architecture, Engineering and Construction) in grado di gestire l'informazione ed operare all'interno di processi BIM-based nelle varie fasi del ciclo di vita di un edificio (Design, Construction, Operation, Dismiss).
In particolare la partecipazione agli odierni processi integrati di progettazione e costruzione, anche alla luce della recente normativa italiana sugli appalti pubblici, rende sempre più necessaria per i numerosi soggetti coinvolti, la capacità di sviluppare e coordinare le proprie attività in ambienti di "lavoro collaborativo", basati sulla produzione, gestione e comunicazione dell'informazione attraverso gli strumenti della modellazione BIM. Il piano formativo prevede pertanto un suddivisione in moduli didattici, che affrontano i differenti aspetti della modellazione BIM, seguendo il ciclo di consegna dell'informazione (IDC - Information Delivery Cycle), che si sviluppa parallelamente a quello di vita dell'edificio:

  • individuazione dei requisiti di informazione del committente in rapporto al BIM Use;
  • definizione del BIM Execution Plan (BEP) nella fase di programmazione dell'appalto e gestione/controllo delle successive fasi di sviluppo progettuale BIM-based;
  • sviluppo di modelli BIM nell'ambito di processi di progettazione integrata in ambienti di lavoro collaborativo: implementazione di modelli federati sia orizzontalmente per settore disciplinare (architettura, struttura e impianti), che verticalmente per livelli di approfondimento di progetto e costruzione (fattibilità, definitivo, esecutivo, costruttivo, as-built, ecc.);
  • gestione dell'informazione BIM nelle fasi di funzionamento e manutenzione dell'edificio (O&M);
  • modalità di recupero delle informazioni dall'esistente per la costruzione di modelli BIM.



Coordinatore Prof. Saverio Mecca

   

Documentazione e Gestione dei Beni Culturali

Il master offre agli iscritti molteplici attività formative che, grazie anche alla pluridisciplinarità dei temi trattati, contribuiranno al raggiungimento delle competenze necessarie ad operare consapevolmente in un ambito complesso come quello dei beni culturali.
Nello specifico il corso sarà strutturato in: lezioni frontali, che si avvarranno anche di comunicazioni impartite da esperti esterni di provata esperienza; analisi di casi esemplari realizzati in ambito nazionale e internazionale; esercitazioni su casi di studio, da realizzarsi mediante la formula del laboratorio; visite guidate; approfondimenti personali dei temi trattati in ciascuna materia da realizzarsi mediante tutorial; tirocinio formativo presso un ente o un’azienda; elaborazione di un Progetto Finale del Corso. In particolare le lezioni frontali riguarderanno tematiche relative a: fonti storico-archivistiche; archeologia dell’architettura; storia dell’architettura e dell’arte; geologia e geomorfologia; analisi urbana e territoriale; analisi della struttura agronomica e naturale dei luoghi; sociologia urbana; analisi statica dell'edilizia storica; sostenibilità degli interventi nel patrimonio culturale; rappresentazione 3D avanzata; comunicazione per i beni culturali; aspetti normativi e giuridici; gestione dei beni culturali, con particolare attenzione a: piani di gestione metodi e tecniche; patrimonio e turismo culturale; valutazione economica del progetto; reperimento fondi e bandi di ricerca; progetto contemporaneo nel contesto storicizzato; conservazione e valorizzazione dei beni culturali; progetto, conservazione e valorizzazione del paesaggio culturale. Il Progetto Finale del Corso riguarderà: il progetto, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale; il progetto, la conservazione e la valorizzazione del paesaggio culturale; la gestione del patrimonio culturale; la comunicazione del patrimonio culturale.

Coordinatore Prof. Alessandro Merlo

smart city

Il Progetto della Smart Green City

 Il master intende formare e aggiornare figure professionali altamente qualificate (liberi professionisti e dipendenti delle pubbliche amministrazioni) che si occupano di progettazione e gestione degli spazi urbani affrontando aspetti teorici, metodologici e applicativi legati alla nozione della città contemporanea e “intelligente” (smart city).

Coordinatore Prof. Pietro Basilio Giorgeri

web
progetto di verde

Progettazione paesaggistica

Il Master forma tecnici di alto livello operanti nel settore pubblico e privato per la progettazione paesistica, per la pianificazione dei sistemi di verde urbano, per la riqualificazione e il recupero delle aree degradate, per gli studi di impatto riferiti al paesaggio, per la progettazione di parchi e giardini, per l’inserimento paesistico-ambientale delle infrastrutture territoriali e urbane, per la progettazione di spazi aperti e di arredo urbano, installazioni sportive, piazze, complessi di rappresentanza, aree archeologiche e per il restauro dei giardini storici.

Coordinatore master: Prof. Biagio Guccione

Progettazione e Gestione di Training Center

Il Master, a numero chiuso e a frequenza obbligatoria, è strutturato con una formula che prevede 3 distinti momenti formativi, rendendo compatibili le esigenze di aggiornamento con lo svolgimento delle attività lavorative dei frequentanti.
Il percorso formativo si articola in 3 Laboratori interdisciplinari, con attività teoriche e pratiche al fine di integrare le molteplici discipline presenti. Durante le lezioni frontali, si alterneranno interventi che spaziano dai fondamenti della progettazione degli impianti sportivi secondo le norme ed i regolamenti per la loro realizzazione, agli elementi base per project management delle opere strutturali ed infrastrutturali, senza tralasciare gli aspetti che riguardano l’aspetto impiantistico e l’energia per il loro funzionamento, compreso le tecnologie innovative e la scelta dei materiali. Il corso offre gli strumenti e delle metodologie necessarie per un’efficace pianificazione, organizzazione e promozione degli eventi sportivi, sia sotto l’aspetto normativo e amministrativo sia dal punto di vista commerciale e di comunicazione/promozione.
A ciascun Laboratorio corrisponde un esame intermedio con votazione in trentesimi; la sommatoria dei quali sarà la base per l’ottenimento del titolo di Master che verrà rilasciato, dopo aver sostenuto la tesi finale, valutata in centodecimi.
I Moduli didattici, che abbracciano i diversi SSD, saranno tenuti quasi sempre in co-docenza tra le stesse discipline, ai quali contribuiranno gli interventi di particolari figure specializzate, anche esterne alla struttura universitaria ospitante.
Ognuno dei 3 Laboratori inoltre prevede lo svolgimento di una parte applicativa, con visita agli impianti ed attività in loco.
A supporto della didattica frontale sono previste sessioni con l’utilizzo della piattaforma e-learning (Moodle UNIFI) un ambiente dedicato attraverso li quale, in modalità a distanza, è possibile consultare documenti, dispense ed interagire con i colleghi ed i docenti in collaborative learning.


Coordinatore master: Prof. Stefano Bertocci

 
ultimo aggiornamento: 06-Set-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina