MENU
199

CORE

Coordinatore scientifico
Stefania Viti

Sede
complesso di Santa Teresa
via della Mattonaia 14
tel.: 055 2755410

Composizione unità di ricerca

DIDA Dipartimento di Architettura

Stefania Viti, Marco Tanganelli, Leonardo Zaffi, Pietro Giorgieri, Giacomo Pirazzoli, Tommaso Rotunno

DICEA Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

Barbara Pintucchi, Gianni Bartoli

Esperti esterni

Andrei Reinhorn (Buffalo, NY)

 

La resilienza si sta imponendo, in questi anni, come strumento di analisi, controllo ed intervento sul territorio alle sue diverse scale di osservazione (edificio, infrastruttura, piccolo o grande centro urbano, territorio). Volta a misurare la capacità di un sistema di ripristinare la propria efficienza a seguito di un evento catastrofico, la resilienza sposta l’analisi del sistema dalla valutazione della sua integrità a quella della sua efficienza.

La valutazione della funzionalità di un sistema implica, inevitabilmente, l’analisi di ambiti disciplinari diversi, capaci di descrivere ed inquadrare non soltanto la qualità del manufatto destinato all’espletazione del servizio, ma il servizio stesso, comprensivo dei suoi utenti e della loro distribuzione sul territorio, delle specifiche tecniche e delle analisi statistiche volte a prevederne gli sviluppi futuri.

L’unità di ricerca “COmmunities REsilience” ha come oggetto la valutazione della resilienza di aree urbane complesse e dei loro sub-sistemi all’interno di un contesto multidisciplinare. L’analisi di aree urbane è un tema di grande attualità; tradizionalmente affrontata all’interno di aree tematiche specifiche, ha in questi anni abbracciato un inquadramento ampio e multidisciplinare. Soltanto una visione complessiva delle problematiche proprie dei centri urbani nel loro complesso, infatti, consente di pianificare interventi di recupero, pianificazione, manutenzione o messa in sicurezza efficaci e sostenibili.

Ambiti tematici

  • Analisi multidisciplinari di edifici strategici e messa a punto di strumenti analitici orientati alla pianificazione di interventi;
  • Creazione di database multilivello su scala urbana e conseguente redazione di carte tematiche;
  • Creazione di sistemi di analisi volti alla valutazione del rischio sismico di aree urbane complesse;
  • Analisi orientate alla mitigazione del rischio sismico di sistemi sia specifici che complessi;

Selezione di pubblicazioni tematiche

  • Atti dello workshop “Resilienza e territorio”, a cura di S. Viti e M. Tanganelli;
  • G. Lacanna, P. Deguy, M. Ripepe, M. Coli, B. Paoletti, S. Barducci, M. Tanganelli, S. Viti, M. De Stefano (2016). Seismic hazard of urban areas: a case-study. ECCOMAS, Creta 2016;
  • G.P. Cimellaro, L. Dueñas-Osorio, A.M. Reinhorn (2016). Special Issue on Resilience-Based Analysis and Design of Structures and Infrastructure Systems. Journal of Structural Engineering;
  • G.P. Cimellaro, C.S. Renschler A. Reinhorn, L. Arendt (2016). PEOPLES: A Framework for Evaluating Resilience. Journal of Structural Engineering, April 2016;
  • D. Forcellini, M. Tanganelli, S. Viti (2016). Resilience of isolated bridges with soil structure interaction. IWR2016 – 1st International Workshop on Resilience, Turin, Italy: 20-22 September 2016;

Attività di ricerca e di didattica attivate

  • Organizzazione dello workshop “Resilienza e Territorio”, Firenze, 1 Aprile 2016 e pubblicazione dei relativi Atti all’interno della collana “workshop” della DIDAPRESS;
  • Attivazione del seminario tematico “Resilienza e territorio” all’interno del Corso di Laurea quinquennale in Architettura (a.a. 2016-2017, II semestre);
  • Presentazione del progetto RESIMUS “La valutazione della resilienza e del rischio in un caso di rilevanza internazionale: il Museo del Bargello a Firenze” (responsabile scientifico: Stefania Viti) presso l’Ente CARIFI il 30/06/2016.

Ultimo aggiornamento

29.06.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni