MENU
677

Assegni di Ricerca - Docente

ASSEGNI DI RICERCA

Cosa devo fare come DOCENTE

Gli Assegni di ricerca, attivati ai sensi dell'art.22 della Legge 240/2010, sono rivolti a Dottori di ricerca o a laureati con laurea V.O. o specialistica/magistrale in possesso di un curriculum scientifico-professionale documentato, idoneo allo svolgimento dell'attività di ricerca.

L'iniziativa del bando parte da un Responsabile scientifico su uno specifico Programma di ricerca, relativo ad un settore scientifico disciplinare di cui il Dipartimento è referente. 

I bandi sono pubblicati per almeno 15 giorni oltre che sul sito dell'Albo Ufficiale, anche in ambito nazionale e internazionale, sul Portale Bandi del MIUR e sul portale EURAXESS dell'Unione Europea.

La Commissione giudicatrice, composta da tre membri effettivi e un membro supplente, scelti tra professori di ruolo e ricercatori appartenenti all'area scientifica in cui sarà svolta l'attività di ricerca, effettua la selezione sulla base di una valutazione dei titoli e di un colloquio.  Della Commissione fa parte il Responsabile della ricerca e almeno un professore di ruolo. La Commissione può essere integrata da un rappresentante dell'eventuale ente finanziatore.

Il Decreto di approvazione della regolarità  degli atti  resta pubblicato per 10 giorni sul sito web dell'Albo Ufficiale.

E' compito dell'assegnista produrre una relazione semestrale e una finale sull'attività svolta e consegnarla al responsabile scientifico del progetto di ricerca.

 

Individua la necessità di personale qualificato

Il Responsabile scientifico individua nell’ambito del suo SSD la necessità di affidare una specifica attività di ricerca tramite una procedura selettiva. Individua il progetto su cui attivare l’assegno.

Richiedi al Direttore l’attivazione di una procedura per l'attivazione di un assegno di ricerca

Il Responsabile Scientifico invia la richiesta al Direttore, perché sia inserita all’OdG del primo Consiglio di Dipartimento utile. La richiesta deve contenere:

  • tipologia dell’assegno
  • a totale carico o cofinanziato
  • Titolo
  • Settore disciplinare (di referenza assegnato al DIDA)
  • durata dell’assegno: da uno a tre anni
  • decorrenza dell’assegno: al primo di ogni mese (escluso agosto)
  • Costo totale dell’assegno (da 23.786,76 a 30.922,08)
  • progetto di copertura dei fondi
  • Cofinanziamento eventuale : da budget annuale
  • requisiti di ammissione al bando: laurea, eventuale dottorato di ricerca
  • data ed ora del colloquio
  • nominativi dei commissari proposti – tre più un supplente, afferenti al SSD inerente il programma della Borsa. Qualora l’Ente finanziatore lo richieda la commissione può essere integrata da un suo rappresentante di indiscussa competenza.

Il Resposabile dovrà inoltre predisporre la scheda MIUR - UE in italiano e inglese per la pubblicazione del bando sul sito MIUR e su EURAXESS, portale della Comunità Europea.

Richiesta nuova attivazione
Scheda MIUR/EURAXESS

Attendi - L'inserimento della richiesta nell'OdG del CdD e la sua approvazione

La proposta viene portata al CdD, che la approva/non approva.

Attendi – La preparazione e pubblicazione del Bando – ricevimento delle domande di partecipazione – Decreto di nomina della commissione

In base alla richiesta di attivazione e all’approvazione del CdD, il personale amministrativo:

  • Predispone il Bando sulla base delle indicazioni contenute nella richiesta di attivazione e nella delibera
  • Effettua la valutazione contabile e registra la COAN di copertura
  • Predispone la pubblicazione del bando sull’Albo di Ateneo – per un periodo non inferiore a 15 giorni – in questo periodo le domande di partecipazione, inviate a casella di posta dedicata, posta certificata, o consegnate manualmente, vengono prese in carico
  • Provvede all’inserimento dei dati del bando sul sito ministeriale ad accesso riservato per la pubblicazione automatica sul sito MIUR e su EURAXESS, portale della Comunità Europea.

Alla scadenza del Bando viene predisposto e pubblicato sull’Albo di Ateneo  il decreto del Direttore di nomina della Commissione Giudicatrice sulla base dei nominativi indicati dal Responsabile ed approvati in CdD.

Bando a totale carico
Bando cofinanziato
Decreto di nomina della commissione

Espletamento della selezione

Il giorno stabilito la Commissione si riunisce per la predeterminazione dei criteri generali  e la valutazione dei titoli e l’espletamento del colloquio.
La commissione predispone il verbale, con la graduatoria di merito, firmata da tutti i componenti.

Attendi Predisposizione del Decreto di vincita e conferimento dell'Assegno di Ricerca

Il personale amministrativo, sulla base del verbale, predispone il Decreto del Direttore di approvazione degli atti della procedura con cui viene reso noto l’esito della selezione e la graduatoria di merito. Il Decreto viene pubblicato sull’Albo di Ateneo per una durata di almeno 10 giorni.

Entro tale termine sono ammessi eventuali ricorsi da inviarsi al Direttore.

Trascorso tale termine il personale amministrativo convoca il vincitore per la stipula del contratto

Decreto di vincita
Contratto

Svolgimento dell’incarico – relazioni intermedie e finali

L’assegnista svolgerà la sua ricerca, coordinandosi con il Responsabile Scientifco.  Alla scadenza intermedia semestrale l’assegnista è tenuto a presentare una relazione, che il Responsabile Scientifico dovrà convalidare, sulle attività svolte. Alla scadenza finale  l’assegnista presenterà relazione finale, ed il Responsabile Scientifico a sua volta redigerà breve relazione sull’attività svolta dall’assegnista da consegnare al Direttore Dipartimento.

Formazione e sicurezza

Ricordati che in qualità di responsabile scientifico dovrai verificare se il borsista ha compilato la scheda di rilevazione delle mansioni e se ha frequentato i corsi sulla sicurezza organizzati dall’ateneo e disponibili nella modalità on line. Dovrai inoltre segnalare al direttore del dipartimento eventuali misure.

Rinnovo dell'assegno

Alla scadenza dell’assegno il Responsabile Scientifico può richiederne il rinnovo: il Responsabile è quindi tenuto ad inviare al Direttore richiesta in tempi  utili a che possa essere predisposto Decreto di rinnovo ed espletate di tutte le pratiche necessarie da parte del personale amministrativo.

A norma della L. 240/2010 la durata massima degli assegni è di anni 6, ad esclusione del periodo in cui l’assegno è stato eventualmente fruito in coincidenza con il dottorato di ricerca.

 

Ultimo aggiornamento

26.05.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni