MENU
677

Accordi Internazionali - ateneo-ateneo

Accordi Internazionali di Collaborazione Culturale e Scientifica NO-Erasmus+

Gli accordi di collaborazione culturale e scientifica sono atti negoziali firmati dai Rettori con i quali i partner stabiliscono le modalità di collaborazione e scambio in ambito didattico e di ricerca individuando specifici settori di interesse.
Obiettivo degli accordi è instaurare e intensificare rapporti di collaborazione con Università europee ed extraeuropee per un adeguato sviluppo delle funzioni istituzionali di insegnamento e di ricerca e per favorire il processo di internazionalizzazione dell'Ateneo.

La mobilità del personale docente e ricercatore ha lo scopo di favorire lo svolgimento di seminari, cicli di lezioni, convegni o conferenze, nonché quello di svolgere ricerche comuni e di discutere esperienze nei settori di reciproco interesse. Ha inoltre lo scopo di favorire scambi di pubblicazioni ed informazioni sugli specifici settori oggetto dell’accordo e su ogni altro argomento ritenuto utile.

 

Proposta di stipula da parte del Dipartimento (opzione A)

In questo caso sottoponi lo schema quadro ad un partner straniero per una preventiva accettazione.
Su tua richiesta il CdD invia all'ateneo:

  • delibera di approvazione dell'accordo;
  • scheda informativa con le motivazioni della proposta di attivazione dell'accordo.

L’Ufficio Relazioni Internazionali d'ateneo sottopone il testo alla firma del Rettore dell’Università degli Studi di Firenze e lo invia per la controfirma al Rettore dell’Università partner.
Quando la struttura estera ri-invia l'accordo controfirmato, inizia la collaborazione.

Proposta di stipula da parte di una università straniera (opzione B)

L’Ufficio Relazioni Internazionali sottopone la proposta  ai dipartimenti potenzialmente interessati per l’acquisizione del corrispondente interesse alla stipula.
Il CdD pubblicizza la richiesta pervenuta dall'ateneo ed individua uno o più referenti scientifici.
Se fossi interessato e quindi indicato come referente dovrai far giungere all’Ufficio Relazioni Internazionali dell'Ateneo:

  • delibera di approvazione dell'accordo;
  • scheda informativa con le motivazioni della proposta di attivazione dell'accordo.

L’Ufficio Relazioni Internazionali d'Ateneo sottopone il testo alla firma del Rettore dell’Università degli Studi di Firenze e lo invia per la controfirma al Rettore dell’Università partner.
Quando la struttura estera ri-invia l'accordo controfirmato, inizia la collaborazione.

Mobilità Studentesca - INCOMING
Procedure Amministrative

  • L'università di invio trasmette per mail all'Uff. Rel. Internazionali DIDA i nominativi degli studenti incoming (max. DUE all'anno), unitamente al loro passaporto;
  • L'uff. Rel. Internazionali DIDA predispone la lettera di invito dello studente che dovrà essere poi firmata e trasmessa dal docente referente dell'accordo;
  • L'uff. Rel. Internazionali DIDA trasmette allo studente la modulistica necessaria all'application (Enrolment Form e Learning Agreement), così come la Guida per gli Studenti Incoming EXTRA UE;
  • Il Docente indirizza e consiglia lo studente incoming nella scelta degli esami da sostenere in Italia (risultanti poi nel Learning Agreement);
  •  Una volta ricevuta la lettera di invito dal docente referente dell'accordo, lo studente incoming effettua l'application secondo le deadline, trasmettendo Enrolment Form e Learning Agreement all'uff. Relazioni Internazionali DIDA che, controlla, firma, timbra e restituisce;
  • Una volta in Italia, lo studente si reca immediatamente all'Uff. Relazioni Internazionali DIDA per il check-in e le istruzioni sulla successiva immatricolazione;
  • Lo studente si reca infine all'International Desk per l'immatricolazione.

Mobilità Studentesca - OUTGOING
Procedure Amministrative

La mobilità degli studenti in partenza per le destinazioni EXTRA UE è regolata dal bando annuale di Ateneo per la Mobilità Extra UE.

  • L'uff. Relazioni Internazionali DIDA comunica all'università partner il nominativo dello studente vincitore del Bando di Ateneo per la Mobilità Extra UE;
  • Lo studente concorda il suo piano di studi estero (Learning Agreement) con il docente referente dell'accordo e con il delegato Eramsus del suo CdS;
  • Successivamente lo studente si reca all'Ufficio Relazioni Internazionali DIDA per la firma del Learning Agreement, necessario alla sua application per l'università ospitante.

 

Ultimo aggiornamento

17.09.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni