Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DIDA Dipartimento di Architettura
Storia dell'architettura e della città

Storia dell'architettura e della città

Obiettivi Formativi

Il curriculum in Storia dell'Architettura e della Città si occupa di temi inerenti l'architettura e la città nella storia, dall'età antica alla contemporaneità, nella più ampia concezione di bene culturale, attraverso la riflessione sulla molteplicità delle metodologie di indagine e lettura, e il loro mutare nel tempo. L'attività formativa prevede l'acquisizione di una sicura consapevolezza interpretativa nel confronto interdisciplinare con la storia e la storia dell'arte, e con le realtà applicative delle discipline dell'architettura. La padronanza di almeno una lingua straniera, e un adeguato periodo formativo all'estero, appaiono premesse indispensabili per il confronto con la comunità scientifica internazionale.

L'affinamento delle capacità critiche è finalizzato alla stesura di testi scientifici, e all'efficacia nelle diverse modalità e registri della comunicazione.

Il curriculum in Storia dell'Architettura e della Città è indirizzato a formare operatori impegnati nella conoscenza, tutela e valorizzazione del patrimonio storico-architettonico, nel contesto urbano e territoriale. Sul piano professionale è rivolto a chi intende dedicarsi ad attività di ricerca, gestione e insegnamento a diversi livelli, dall'università al mondo della scuola, o all'interno di istituti ed enti culturali pubblici e privati. Sul versante applicativo consente di formare operatori nel campo della gestione e della tutela architettonica e ambientale all'interno delle strutture pubbliche e private preposte a questo compito (soprintendenze, enti locali, musei, fondazioni, archivi, ecc.), e come liberi professionisti in relazione all'attività di gestione, recupero e valorizzazione del patrimonio culturale, architettonico e ambientale.

Programma formativo del curriculum 

Il curriculum in Storia dell'Architettura e della Città prevede un programma formativo specifico e articolato in modo differenziato nei tre anni.

Il primo anno è richiesta la frequenza obbligatoria ad un corso di lingua straniera a scelta del dottorando, tra le proposte offerte dal Laboratorio linguistico di Ateneo (o altra struttura equivalente), col rilascio di un attestato finale. È richiesta ugualmente la frequenza al corso di Biblioteconomia tenuto presso la Biblioteca di Scienze Tecnologiche, e ai corsi del Laboratorio di Storia della Scuola di Specializzazione...

Durante i tre anni, accanto all'offerta del Dottorato di Architettura, vengono svolte attività formative specifiche di curriculum che prevedono lezioni frontali, sopralluoghi di studio, cicli di lezioni e conferenze. L'offerta formativa è quindi integrata dalla frequenza a convegni e seminari scientifici di Storia dell'Architettura e della Città presso enti e istituzioni italiani e stranieri. È previsto il coinvolgimento, con seminari e conferenze, nell'attività didattica dei corsi istituzionali tenuti dai docenti ICAR 18, nonché nel tutoraggio di tesi di Laurea in Storia dell'Architettura.

Con cadenza semestrale i dottorandi relazionano al Collegio dei docenti del Curriculum sullo stato di avanzamento della propria ricerca.

 

HISTORY OF ARCHITECTURE

Educational objectives

The History of Architecture and the City curriculum investigates themes relating to architecture and the city in history, from ancient to contemporary, with the broadest understanding of cultural asset, by reflecting on the multitude of investigation and reading methodologies and how they have changed over time. The training includes the acquisition of a certain interpretative awareness in interdisciplinary exchanges with history and art history, and with the application contexts of the architecture disciplines. Mastery of at least one foreign language, and an adequate training period abroad, are indispensable preconditions for debate with the international scientific community.

The refinement of critical skills is geared towards the drafting of scientific texts and effectiveness in the different modes and registers of communication.

The History of Architecture and the City curriculum aims to train professionals working in the field of knowledge, protection and enhancement of the historical-architectural heritage in the urban and territorial context. On a professional level, it is aimed at those who wish to engage in research, management and teaching at different levels, from universities to schools, or within public and private cultural institutions and entities. On the application side, operators can be trained in architectural and environmental management and protection within the public and private structures responsible for this task (superintendencies, local authorities, museums, foundations, archives, etc.), and as freelancers in relation to the management, recovery and enhancement of the cultural, architectural and environmental heritage.

The curriculum training programme 

The History of Architecture and the City curriculum sets out a specific training program broken down differently over the three years.

The first year requires compulsory attendance of a foreign language course chosen by the graduate student from those offered by the University Language Laboratory (or other equivalent structure). A final certificate will be issued. Students are also required to attend the Library Science course held at the Library of Technological Sciences, and the courses of the History Laboratory of the Specialization School.

Over the three years, alongside the PhD in Architecture, the curriculum offers specific training activities including face-to-face lessons, study visits, lecture series and conferences. The educational offer is therefore integrated by attendance at scientific conferences and seminars on the History of Architecture and the City at Italian and foreign institutions and organisations. Through lectures and seminars, students are invited to contribute to the didactic programmes of the institutional courses held by ICAR/18 professors, and to assist in tutoring for theses of the History of Architecture Decree.

On a six-monthly basis, graduate students report to the Curriculum’s teaching committee on the progress of their research.

Referente

Prof. Mario Bevilacqua

 


Ciclo XXXI



Rita Panattoni
Anna Fratin Pichetto

 

 

 
ultimo aggiornamento: 04-Giu-2019
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Dottorato

Inizio pagina